Deuteronomio 8 Bible Commentary

Deuteronomio 8 Bible Commentary

Complete Concise

Contenuto del capitolo

Esortazioni e avvertimenti, applicate dai precedenti rapporti del Signore con Israele, e le sue promesse. (1-9) Esortazioni e avvertenze ulteriormente applicate. (10-20)

Commento al Deuteronomio 8:1-9

(Leggi Deuteronomio 8:1-9)

L’obbedienza deve essere, 1. Attento, osserva di fare; 2. Universale, per fare tutti i comandamenti; e 3. Da un buon principio, con riguardo a Dio come il Signore, e il loro Dio, e con un santo timore di lui. Impegnarli a questa obbedienza. Mosè ordina loro di guardare indietro. È bene ricordare tutte le vie, sia della provvidenza che della grazia di Dio, attraverso le quali Egli ci ha condotti attraverso questo deserto, affinché possiamo servirlo allegramente e confidare in lui. Devono ricordare le difficoltà in cui sono stati a volte portati, per mortificare il loro orgoglio e manifestare la loro perversità; per dar loro prova, affinché essi e altri conoscessero tutto ciò che avevano nel cuore, e tutti vedessero che Dio li ha scelti, non per qualcosa che li raccomandasse a suo favore. Devono ricordare le forniture miracolose di cibo e vestiti concessi loro. Nessuno dei figli di Dio diffidi del Padre, né segua alcuna condotta peccaminosa per provvedere alle proprie necessità. In un modo o nell’altro, Allah provvederà loro con il dovere e la diligenza e in verità saranno nutriti. Può essere applicato spiritualmente; la parola di Dio è il cibo dell’anima. Cristo è la parola di Dio; da lui viviamo. Devono anche ricordare i rimproveri che avevano subito, e non senza bisogno. Questo uso dobbiamo fare di tutte le nostre afflizioni; da loro siamo ravvivati al nostro dovere. Mosè ordina anche loro di guardare avanti a Canaan. Guarda da che parte andremo, sia per guardare indietro che per guardare avanti, a Canaan. Guarda in che modo lo faremo, sia per guardare indietro che per guardare avanti ci fornirà argomenti per l’ubbidienza. Mosè vide in quel paese una specie di paese migliore. La chiesa evangelica è il Nuovo Testamento Canaan, innaffiato con lo Spirito nei suoi doni e grazie, piantato con alberi di giustizia, portando frutti di giustizia. Il cielo è la terra buona, in cui nulla manca, e dove è pienezza di gioia.

Commento al Deuteronomio 8:10-20

(Leggi Deuteronomio 8:10-20)

Mosè dirige al dovere di una condizione prospera. Che ricordino sempre il loro Benefattore. In tutto dobbiamo rendere grazie. Mosè li arma contro le tentazioni di una condizione prospera. Quando gli uomini possiedono grandi proprietà o sono impegnati in affari redditizi, trovano molto forte la tentazione dell’orgoglio, della dimenticanza di Dio e della carnalità; e sono ansiosi e turbati per molte cose. In questo i poveri credenti hanno il vantaggio; percepiscono più facilmente i loro rifornimenti provenienti dal Signore in risposta alla preghiera della fede; e, per quanto strano possa sembrare, trovano meno difficoltà a fidarsi semplicemente di lui per il pane quotidiano. Essi gustare una dolcezza in esso, che è generalmente sconosciuto ai ricchi, mentre sono anche liberati da molte delle loro tentazioni. Non dimenticare i precedenti rapporti di Dio con te. Ecco il grande segreto della Divina Provvidenza. La saggezza e la bontà infinite sono la fonte di tutti i cambiamenti e le prove che i credenti sperimentano. Israele ebbe molte prove amare, ma fu “per far loro del bene.”L’orgoglio è naturale per il cuore umano. Si potrebbe supporre che un tale popolo, dopo la sua schiavitù nelle fornaci di mattoni, abbia bisogno delle spine del deserto per umiliarle? Ma tale è l’uomo! E furono dimostrati che potevano essere umiliati. Nessuno di noi vive una sola settimana senza dare prove della nostra debolezza, follia e depravazione. Solo per le anime dal cuore spezzato il Salvatore è davvero prezioso. Nulla può rendere effettive le prove esteriori e interiori più adatte, se non la potenza dello Spirito di Dio. Vedi qui come il dono di Dio e il nostro ottenere sono riconciliati, e applicalo alla ricchezza spirituale. Tutti i doni di Dio sono in esecuzione delle sue promesse. Mosè ripete l’avvertimento che aveva spesso dato delle conseguenze fatali dell’abbandono di Dio. Coloro che seguono gli altri nel peccato, li seguiranno fino alla distruzione. Se facciamo come i peccatori, dobbiamo aspettarci di cavarcela come i peccatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.